Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it

www.vintagemodels.it


Vai ai contenuti

Rac Rally '81

My collection > Audi > quattro

Audi quattro #5 (Mikkola/Hertz) 30ª Lombard Rac Rally (1981)
- Sunstar -

Alcune date hanno significati storici che le rendono uniche, quando segnano punti di svolta, momenti di inizio, cambiamenti epocali. Il 24 gennaio 1981 è una di queste, perché segna il debutto dell’Audi quattro nel Campionato Mondiale Rally. Non fu un debutto qualsiasi, fu il momento di una svolta epocale, sia tecnica che sportiva. Nulla dopo allora è rimasto uguale a prima, nel mondo dei rally.

Per supportare il lancio commerciale della rivoluzionaria "urquattro", Audi decise di utilizzare le corse su strada per valorizzare le innovative caratteristiche tecniche del nuovo modello.

Partì da lontano, mandando in avanscoperta nei rally internazionali, quasi in sordina, alcune 80 GLE a due ruote motrici già nel 1979/80, per testare le soluzioni tecniche da trasporre in seguito sulla quattro.
La trazione integrale Audi trovò il banco di prova ideale alla Parigi Dakar del 1980, vinta dal fuoristrada Volkswagen Iltis, 4x4 progenitore della trasmissione “quattro”.

Quando la squadra Audi si affacciò ufficialmente nel Mondiale Rally con la quattro, al Montecarlo del 1981, introdusse una serie di innovazioni che avrebbero cambiato la storia della specialità: il motore turbo abbinato alla trazione integrale permanente, senza dimenticare il frazionamento a 5 cilindri, mai impiegato in gara prima di allora.

L'ingresso di questa vettura nel mondo dei rally venne accolto da tutti con un misto di curiosità, scetticismo e timore. Nessuna di queste soluzioni tecniche era mai stata utilizzata in precedenza, neppure singolarmente. La scommessa di Audi era azzardata, ma poteva avere successo, un successo anche devastante per gli avversari e capace di ridisegnare la fisionomia della specialità.

E così fù. Ingaggiati alcuni tra i migliori piloti di quell’epoca, primo fra tutti il finlandese Hannu Mikkola che sarebbe diventato una bandiera per Audi nel motorsport, i risultati non tardarono ad arrivare. Già alla seconda gara giunse la prima vittoria assoluta, con Stig Blomqvist al Rally di Svezia, seguita pochi mesi dopo dalla prima storica vittoria di un equipaggio femminile in una gara mondiale, la francese Michéle Mouton in coppia con la torinese Fabrizia Pons, al Rally di Sanremo 1981.

Ormai la sfida era lanciata. La squadra Audi, diretta da Walter Treser prima e da Roland Gumpert poi, pur pagando qualche inesperienza e alcune ingenuità, cominciò a macinare successi su successi, sbaragliando la concorrenza per varie stagioni, in virtù di una superiorità tecnica al momento inarrivabile per gli avversari. Nel 1982 giunse il primo titolo Mondiale Costruttori, grazie a sei vittorie su undici gare conseguite dalla urquattro preparata secondo i regolamenti del Gruppo 4.

Neppure un cambio di regolamenti tecnici poté rallentare l’ascesa dell’Audi quattro.

Nel 1983 venne introdotto il Gruppo B e la vettura, nella configurazione denominata inizialmente A1 ed A2 in seguito, consentì ad Hannu Mikkola di vincere il suo primo titolo mondiale piloti, con quattro vittorie assolute e diversi piazzamenti.

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu